Tecnologia 5G: cos’è e come sta influenzando l’innovazione digitale

⏱️Si legge in 2 minuti

Il 5G rappresenta la quinta generazione della tecnologia cellulare. È nato per incrementare la velocità, ridurre la latenza e migliorare la flessibilità dei servizi wireless.
Per anni, una parte dell’opinione pubblica ha guardato con sospetto alla tecnologia 5G, per via di una serie di fake news sul presunto legame che avrebbe avuto con il Covid-19, o anche sulla sua presunta cancerogenicità
A causa di ciò, il 5G è salito alla ribalta in maniera fuorviante e con un pesante carico di diffidenza da affrontare. 
Per il 2024, invece, se ne torna a parlare come importante veicolo di innovazione e progresso: tra le tecnologie in grado di abilitare la trasformazione digitale, il 5G è sicuramente una di quelle su cui si nutrono maggiori aspettative.

Principali caratteristiche della tecnologia 5G

L’ITU-R, uno dei tre settori dell’International Telecommunication Union, ha definito tre principali aree applicative per i diversi aspetti e potenzialità della tecnologia 5G, introdotte per evidenziarne le capacità rivoluzionarie.

Enhanced Mobile Broadband (eMBB)

Questa categoria è un’estensione della tipica esperienza di banda larga mobile che si è evoluta dalle generazioni precedenti (3G, 4G), ma con capacità notevolmente migliorate grazie al 5G, che offre una velocità di trasmissione dati molto più elevata ed una migliore esperienza utente in termini di streaming video, realtà virtuale/aumentata, gaming online di alta qualità, ed altre esperienze di dati ad alta intensità.

Ultra-Reliable and Low Latency Communications (URLLC)

È una categoria che riguarda specificamente le applicazioni che richiedono una latenza molto bassa ed una grande affidabilità. 
Il 5G mira a ridurre la latenza a meno di 1 millisecondo, garantendo al contempo una connessione affidabile.
Questo aspetto è nuovo e non aveva un equivalente diretto nelle tecnologie di rete precedenti.
Le applicazioni di URLLC, come la guida autonoma e la telechirurgia, sono rese possibili principalmente grazie alle innovazioni del 5G.

Massive Machine Type Communications (mMTC)

Si riferisce alla capacità del 5G di connettere un numero molto elevato di dispositivi IoT per chilometro quadrato. 
Il numero massimo di utenti attivi per km2 del 4G è 2000, ormai troppo basso se si pensa, ad esempio, alle smart city. 
Il mMTC nel 5G porta questa capacità ad una scala molto più grande, con efficienza energetica migliorata e supporto di almeno un milione di connessioni per km2, secondo l’ultima specifica.

Le nuove opportunità di crescita ed innovazione offerte dal 5G

La tecnologia 5G, insieme all’intelligenza artificiale, l’IoT e la stampa 3D, cambierà i comportamenti quotidiani, sia nei settori produttivi, sia nell’insieme della società.

Elenchiamo una serie rappresentativa di casi d’uso presenti ed in divenire:

  • Offerta di servizi di streaming di alta qualità (ad es., 4K/8K) grazie alle maggiori velocità di download.
  • Sviluppo di giochi per dispositivi mobili che sfruttano la bassa latenza del 5G.
  • Implementazione di soluzioni IoT più efficienti e capaci in settori come l’agricoltura, la logistica e la produzione.
  • Sviluppo di veicoli connessi (smart vehicle) e supporto alla guida autonoma.
  • Implementazione di infrastrutture urbane intelligenti per la gestione del traffico, la sicurezza ed i servizi di pubblica utilità (smart city).
  • Creazione di esperienze immersive per il divertimento, l’istruzione e la formazione professionale (Realtà virtuale ed aumentata).
  • Abilitazione della smart factory con automazione avanzata e robotica connessa, miglioramento dell’efficienza e riduzione dei tempi di inattività.
  • Sviluppo di soluzioni di telemedicina avanzata, con monitoraggio remoto dei pazienti ed analisi dati in tempo reale per trattamenti personalizzati.
  • Agricoltura di Precisione: uso di sensori e analisi dei dati per ottimizzare la coltivazione e la gestione delle risorse.

Di fatto, il 5G non è solo una tecnologia di rete estremamente avanzata, ma è anche un catalizzatore per l’innovazione e la trasformazione digitale in senso lato.

Questo articolo è stato scritto da:
Francesca Cappabianca
Francesca Cappabianca

Innovation Content Specialist

TI è PIACIUTO L'ARTICOLO?

Condividi su Linkedin
Condividi su Twitter
Condividi su Whatsapp

altri articoli che potrebbero interessarti